• Budrio Più

Stop conferimento inerti in Stazione ecologica, ma una nota della Regione prorogherebbe di un mese.

Lunedì 28 dicembre con una comunicazione sul sito e su facebook, il Comune di Budrio ha informato i cittadini sullo stop dal 1 gennaio al conferimento di scarti da costruzione/demolizione (inerti) presso la Stazione ecologica.


La comunicazione è piuttosto stringata e la riportiamo: in base al DL 116/2020 (Attuazione della direttiva UE relativa ai rifiuti e attuazione della direttiva UE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio), il Centro di raccolta comunale di via Olmo, non potrà più ricevere rifiuti inerti (l’insieme di scarti da costruzione o demolizione) di alcun tipo, anche se prodotti da piccole demolizioni casalinghe (pietrisco).

Non sarà altresì più effettuata, la raccolta domiciliare di materiale pseudo edile (carta catramata, cartongesso, vetroresina, lana di vetro, lana di roccia ecc.)


Sono stati molti i cittadini a commentare la notizia con grande sgomento e sconcerto, perché le nostre campagne sono già sede di abbandoni di di inerti, figuriamoci se non si possono più conferire in Stazione ecologica e soprattutto con un preavviso di 4 giorni.

Abbiamo chiesto in giro, perché non in tutti i comuni qui intorno è uscita questa notizia.


Nei giorni scorsi una nota ANCI e una comunicazione della Regione Emilia-Romagna hanno intanto prorogato di un mese questa scadenza, consentendo alle Stazioni Ecologiche di ritirare per tutto gennaio gli inerti (considerando i riferimenti come produzione di rifiuti di dicembre): questo per consentire informazione presso i cittadini ma anche in attesa di un chiarimento chiesto dalle Regioni e da ANCI allo Stato.


Il Comune di Budrio ha ricevuto questa nota regionale?

Come si può pensare di dare una comunicazione di questo tipo in modo così scarno e senza dare informazioni su come smaltire questa particolare categoria di rifiuto?


171 visualizzazioni0 commenti

© 2023 by House of Keto. Proudly created with Wix.com