• Budrio Più

Sul 5G l'impressione è che sindaco e Effetto Budrio non abbiano letto la mozione

La mozione presentata dai nostri gruppi in Consiglio Comunale relativa al 5G non si poneva né a favore né contro l’installazione delle antenne, ma chiedeva alcune semplici cose al sindaco del Comune di Budrio:

  • Sapere se ci sono eventuali richieste di autorizzazione

  • Informare i cittadini su questa tecnologia visto che ogni giorno si leggono cose diverse sul tema

  • Sospendere le eventuali autorizzazioni fino al pronunciamento collegiale del tavolo metropolitano


La mozione presentata a Budrio prende spunto dal testo proposto dal PD e votato dal Consiglio Comunale di Bologna.

Capiamo la scelta - legittima - del sindaco di Budrio di respingere grazie a un voto di distacco la mozione, tutte le altre ricostruzioni (chiedere di vietare il 5G come scritto dal sindaco e riportato sul Corriere di Bologna di venerdì 1 novembre) però non corrispondono a verità.

Chiedere di sospendere fino alle decisioni prese a livello metropolitano significa stand by ed è quello che chiede(va) la nostra mozione.

L’impressione è che il sindaco non abbia letto la mozione e abbia cercato, come suo solito, di creare polemica per nulla.

Questo invece è quello che chiedeva la mozione (che ricordiamo è stata inviata a tutti i gruppi consiliari 6 giorni prima e quindi poteva essere eventualmente emendata) presentata

Una bella differenza eh con quello che scrive il Sindaco?!


Sarebbe ora che smettesse di mistificare la realtà e si occupasse di Budrio



Debora Badiali - PD gruppo Budrio Più

Sonia Serra - Articolo 1 Gruppo Misto



Sul tema 5G come gruppo Budrio Più ci permettiamo di segnalare l'ampio approfondimento che viene fatto in questo numero di Ecoscienza. Potete leggere il magazine cliccando qui

77 visualizzazioni

© 2023 by House of Keto. Proudly created with Wix.com